Trasloco biblioteca comunale. Encomio per gli scout del Lucera 1

Condividi quest'articolo sui principali social network
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I volontari dell'AGESCI a cui è stato riconosciuto un pubblico riconoscimento per i loro meriti nell'ambito del trasloco della Biblioteca Comunale con il Sindaco di Lucera.
I volontari dell’AGESCI a cui è stato riconosciuto un pubblico riconoscimento per i loro meriti nell’ambito del trasloco della Biblioteca Comunale. Nella foto, assieme agli scout: il Sindaco di Lucera Antonio Tutolo ed il Consigliere Comunale Carolina Favilla

Gli Scout premiati in consiglio comunale. La nuova biblioteca comunale attivata grazie al trasloco operato dai volontari

Lo scorso 9 settembre 2016 gli scout del Gruppo scout Agesci Lucera 1 hanno ricevuto, in compagnia di tanti altri volontari, un encomio per il servizio svolto in occasione del trasloco della Biblioteca Comunale di Lucera. Nel corso del Consiglio Comunale celebrato venerdì 9 settembre, la consigliera Carolina Favilla ha relazionato all’amministrazione Comunale, ai consiglieri presenti ed al pubblico sul perchè la città di Lucera ha deciso di riconoscere ufficialmente l’impegno profuso dai tanti volontari dallo scorso giugno 2015. Ecco il testo integrale della relazione letta durante il Consiglio Comunale

«Oggi io e l’intera Amministrazione Comunale, siamo fieri di rendere omaggio a questi volenterosi cittadini che, in assenza di fondi per sostenere la spesa, di loro spontanea volontà, hanno deciso di offrire il proprio tempo e il proprio lavoro per il trasferimento dei volumi del patrimonio librario moderno, dalla vecchia biblioteca comunale alla nuova sede, situata nell’ex convento del SS.Salvatore.
I volontari della Biblioteca si sono resi fin da subito disponibili, mettendosi, senza remore, al servizio della Comunità con professionalità e passione civica, dando un’alta dimostrazione di amore per questa città e la sua cultura, mostrando altresì dedizione, spirito di collaborazione e abnegazione. Con il loro operato hanno dato prova di grande efficienza e impegno, e il modo in cui si siano messi a completa disposizione del prossimo, senza esitazione e senza secondo fine alcuno, è per noi motivo di orgoglio e fa onore alla comunità intera.

E’ stato un duro e lungo lavoro, concluso ormai da mesi, che ha permesso alla nuova Biblioteca di essere totalmente fruibile e di operare con tutti i suoi servizi da ormai più di un anno. Le operazioni di trasloco si sono svolte sempre in totale serenità e armonia: questo tempo trascorso insieme tra libri e polvere, oltre a rendere un servizio gratuito alla città e agli utenti della biblioteca stessa, ha fatto sì si creasse anche un legame fatto di profonda e sincera amicizia e di stima reciproca.
Avendo vissuto molti di quei momenti al loro fianco, mi piacerebbe raccontarvi tante cose su ognuno di loro.
Vorrei parlarvi, per esempio, della tenacia e risolutezza di Veturio Antifora, Mario La Cava, Michele Morelli, Lorenzo Mastrodomenico e Ciro Triggiani, dell’energia e del vigore messi in campo dall’associazione Mondo Nuovo, dal Gruppo Scout AGESCI Lucera 1, dalle infaticabili Pina Checchia ed Annalisa Nappa.
Della meticolosità di Antonio Carbone che ci ha mostrato i testi più belli della biblioteca, della gioia che ci ha dato la nostra “meglio gioventù”: Walter Di Pierro, Ludovica Schiavone, Giorgia Bianco, Giovanni Pisciotti, Grazia Spinnato, Chiara Motta, Daniela Gramegna, Mario Mansueto, Marianna Campanale.
Dell’entusiasmo profuso nella creazione di una biblioteca per i ragazzi, seguita con amore da Carolina Casiello unitamente alle consigliere Imma Cibelli e Francesca Niro.
Della (simpatia) allegria di Antonio Cuppone e Sandro Apollo, Selene Coccia, Giuseppe Caterino, Michela Antifora, Veronica Folliero, Rosangela Vitobello.
Un grazie davvero speciale, inoltre, va a Sergio Morelli e Filippo Bosciuolo, che non si sono mai sottratti al lavoro, dedicandosi anima e corpo a questo progetto, senza distinguere i giorni di ferie da quelli lavorativi.
In ultimo, voglio ringraziare anche i dipendenti comunali che in questi mesi hanno collaborato fattivamente alla buona riuscita del trasloco: dai ragazzi che si occupano dei piccoli lavori di manutenzione che hanno prestato la loro “forza fisica” alla causa, alla Sig.ra Pina Rizzo che oltre a svolgere il ruolo di responsabile della biblioteca, ha sempre confortato i volontari con snacks e bibite fresche, alla Dirigente Franchino che ha supervisionato con la scrupolosità che la contraddistingue tutta la durata dei lavori.
Alla fine di questa esperienza così impegnativa, ma umanamente appagante, di due cose ho assoluta certezza: del fatto che nessun libro sia stato oggetto di latrocinio, né sia stato in alcun modo rovinato. Ognuna di queste persone ha sempre usato accortezza, diligenza e rispetto nel maneggiare ogni singolo volume, perché loro hanno inteso che la cultura è di tutti e non un affare per pochi, o addirittura, personale.
in secondo luogo, ho certezza del fatto che queste persone siano davvero speciali e che da loro bisogna ripartire per il futuro di questa città.
Frank Zappa diceva “Se volete diventare pigri e stupidi andate al college o all’università. Ma se volete farvi un’educazione andate in biblioteca.”
Voglio, per questo, esprimerVi la mia e la nostra gratitudine per ogni minuto della vostra vita messa al servizio dell’intera comunità. GRAZIE»


Condividi quest'articolo sui principali social network
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi