Impressioni di un partente…

Condividi quest'articolo sui principali social network
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il clan "La Fenice" del Gruppo Scout AGESCI Lucera 1
Il clan “La Fenice” del Gruppo Scout AGESCI Lucera 1

di Adriano Coccia – Partente il 26 settembre 2015

Il cammino scout si divide in tre momenti divisi per fascia di età: i lupetti dagli 8 ai 12 anni, il reparto dai 12 ai 16 anni , il clan dai 16 ai 21 anni. Tale cammino ha come scopo la formazione dell’uomo e della donna della Partenza. Per chi non lo sapesse, la Partenza è la conclusione del cammino propriamente detto di uno Scout giovane e l’inizio della sua avventura nella vita. Diventare donne e uomini della Partenza, dunque, è il frutto di una scelta maturata di abbandonare il proprio Clan/Fuoco per trasportare tutte le esperienze vissute in associazione nella vita extra associativa e, se Dio vorrà,  anche e magari da Capo educatore, facendo dei principi scout una buona base per la mia vita di adulto.

Del percorso, diciamo così, “ordinario”, io ne ho fatto ben poco, infatti ho avuto la possibilità di testare solo il clan, la branca alla quale sono più legato, dove ho trovato delle persone magnifiche che a mano a mano sono diventati una seconda famiglia.

E’ difficile spiegare a parole come ci si sente arrivati a questo punto: tante e forti sono le emozioni presenti nel mio cuore. Ho cercato in tutti i modi di rimandare, ma pare che sia arrivato il momento dei saluti. La sensazione che provo si avvicina a quella di un “pellerossa” che si stacca dalla propria tribù in cerca di avventura, ma con il cuore ancora nel campo di famiglia. Sono arrivato alla fine del mio percorso in Clan ma non di certo alla fine del mio percorso scout e sono tanto curioso di quello che verrà dopo.

1001771_10200724746173572_1799960967_nFin dai tempi in cui sono entrato in AGESCI, infatti, sognavo di diventare Capo Scout. Ma adesso, a poche ore dalla partenza, sono triste perché devo lasciare un gruppo, magari non ancora ben “amalgamato”, ma con grosse potenzialità. Concludendo posso dire -facendo mie le frasi che ho letto ed ascoltato al mio weekend per partenti, tenutosi a Scampia qualche mese fa – «che la partenza non è un titolo a cui ambire, non è il biglietto di ingresso nella comunità capi. È il punto di arrivo di un’ esperienza formativa e il punto di partenza di una scelta consapevole di servizio».


Condividi quest'articolo sui principali social network
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi